Iniziare

Se sei alle prime armi e devi ancora conoscere il mondo delle scommesse o l'ippica Inglese questo spazio fa al caso tuo!

Ippica Uk

Per vincere alle scommesse dovrai conoscere il più possibile le statistiche, i fattori e molte altre cose. Questo farà la differenza tra una scommessa vinta e una persa!

Strumenti

Qui troverai ottimi strumenti per mettere in pratica la tua conoscenza. Così sarà possibile semplificare il tuo lavoro per trovare una scommessa vincente!

Distanza

Per distanza si intente la lunghezza della gara. Le gare piane (Flat) hanno una distanza più breve rispetto a quelle ad ostacoli (National Hunt, cioè Chase e Hurdle).

La distanza la troverete nella descrizione delle Racecards oppure nei risultati (per quanto riguarda le gare precedenti di ogni cavallo). Le unità di misura utilizzate sono “miglia” (circa 1600 metri), “furlongs” (circa 200 metri) e per misure più piccole “yards” (poco meno di un metro).

Bisogna però fare attenzione perchè nei risultati vengono mostrate le distanze esclusivamente con l’unità di misura in “furlongs” e per vederla in miglia bisogna premere sulla gara e guardare la descrizione. Senza fare questo procedimento nella tabella qui sotto troverete comparate entrambe le distanze.

Ogni cavallo, in base anche alla sua crescita, e quindi all’età, riesce ad esprimersi meglio su certe distanze. Spesso, soprattutto per le gare sprint (5f, 6f, 7f), ma in generale quelle inferiori a 2miglia, anche la differenza di 1 furlong può essere determinante per la vittoria finale.

La distanza quindi è un fattore molto importante ma spesso solo l’allenatore può sapere se potrebbe vincere una gare di una determinata distanza. Ad ogni modo nel caso non avessimo troppe informazioni attraverso le gare passate posso indicare una linea di tendenza per quei cavalli che appunto gareggiano per la prima volta ad una certa lunghezza:

1) quando un cavallo passa da una gara sprint ad una non sprint ha maggiori possibilità di vincere rispetto al passaggio da una gara non sprint a sprint.

2) uno “sprinter” che inizialmente e facilmente si trova davanti agli altri cavalli, con un buon vantaggio, in una gara non sprint potrebbe “tranquillamente” arrivare davanti fino alla fine.

3) il miglior modo per trovare uno “sprinter” adatto alle gare non sprint è quello di trovarne uno che è partito inizialmente molto forte nelle gare sprint.

4) se un cavallo ha nei risultati solo gare non sprint, bisogna capire che nelle gare sprint avrà un contraccolpo maggiore, impossibile da recuperare durante la gara.