Iniziare

Se sei alle prime armi e devi ancora conoscere il mondo delle scommesse o l'ippica Inglese questo spazio fa al caso tuo!

Ippica Uk

Per vincere alle scommesse dovrai conoscere il più possibile le statistiche, i fattori e molte altre cose. Questo farà la differenza tra una scommessa vinta e una persa!

Strumenti

Qui troverai ottimi strumenti per mettere in pratica la tua conoscenza. Così sarà possibile semplificare il tuo lavoro per trovare una scommessa vincente!

Come vincere alle scommesse ippiche nel lungo termine?

Analisi di com’è possibile vincere alle scommesse ippiche inglesi, valutando ciò che può dare un senso alla giocata.

E’ possibile vincere alle scommesse ippiche nel lungo termine?
La risposta è si. Per riuscirci però bisogna acquisire un’esperienza assieme alla disciplina. Cosa intendo con ciò?
Prima di tutto analizzare ciò che viene messo a nostra disposizione per conoscere i risultati di un cavallo, fantino e allenatore. Per discilina invece intendo capire in che occasione vale la pena scommettere e in quale no.

Ovviamente una scommessa rimarrà sempre una scommessa e quindi ciò che scriverò servirà solo a dare una logica alla nostra scommessa cha sia puntare o bancare.

Ma cosa abbiamo bisogno di analizzare prima di ogni gara? Ecco un grafico che tra poco approfondirò:

 

Quota

La quota deve indicare le possibilità che il cavallo ha di vincere, ma non sempre è così.

Infatti non sempre la quota è “giusta”, non sempre rispecchia le reali possibilità che il cavallo vinca. Ma come capirlo? Esperienza sicuramente, ma di pari passo con un’attenta analisi delle statistiche del cavallo (poi ne parlerò).
Sto parlando di una value bet.
Aggiungiamo il fatto che le quote variano durante la giornata e maggiormente nei 10 minuti prima della gara, soprattutto negli exchange. Ciò ci da una maggiore possibilità di trovare cavalli con una quota sbagliata (o troppo alta nel caso vogliamo puntare o troppo bassa se vogliamo bancare).
La quota infatti viene influenzata dalle convinzioni di chi scommette. Se molti scommettono su un cavallo la sua quota scenderà (per farla molto breve). Ma le convinzioni di molti non è detto che siano giuste. Infatti la maggior parte degli scommettitori annalizzano superficialmente una racecard, guardando maggiormente la forma del cavallo e le statistiche relative al fantino/allenatore.
Per come la penso io la quota è la prima cosa da guardare.

Forma

Il fattore che influenza maggiomente la quota.

La forma è importante, se un cavallo nelle recenti gare non si è dimostrato in forma difficilmente potrà vincere la prossima gara. E’ vero, ma forse ci dobbiamo chiedere cosa sia la forma. Arrivare primo all’ultima gara significa essere in forma? Certo. Arrivare sesto, settimo, ottavo? Si può essere lo stesso in forma. Motivo? Dipende quali erano le condizioni dell’ultima gara, magari il cavallo non è abile nelle gare “Soft” oppure era la prima volta che correva “3 miglia” di distanza oppure ancora il fantino aveva statistiche molto basse in quel tracciato.
Quindi quel numero 6/7/8 sotto il nome di un cavallo può essere fuorviante.
Tutto ciò ci riporta allo studio dei fattori che determinano il risultato di una gara.

Statistiche

Ciò che maggiormente ignora la quota e ciò su cui è bene focalizzarsi maggiormente.

Non è del tutto vero però. Infatti le statistiche riguardanti il fantino e l’allenatore sono assieme alla forma molto prese in considerazione.
Ciò su cui bisogna focalizzarsi sono le statistiche del cavallo in determinate condizioni. Ovvero quelle della gara sulla quale vogliamo scommettere.
Ciò che balza subito all’occhi di uno scommettitore el il CD (cavallo che vince alla corsa e distanza di oggi), però è troppo superficiale considerare solo questo. Esistono i piazzamenti, arrivare quarti a 2 secondi dal primo significa che nella gara di “oggi” il cavallo è molto facile si trovi a suo agio. Ma poi, molti scommettitori si fermano qui, se non prima.
Invece ogni corsa, ha una sua caratteristica e molte sono simili tra loro. Questo è ciò che si deve analizzare. Se guardate la pagina tipi di corsa, potrete vedere che possono essere Uphill (con usa salita) ad esempio. Pensate che tutti i cavalli siano bravi in salita? La risposta è no. Stessa cosa per la discesa, o per le curve strette o per i tracciati adatti ai galoppatori. Ogni cavallo ha caratteristiche più adatte a certi tracciati. Questo è ciò che considera meno la quota e ci lascia magari una value bet!

Volete un esempio?
Mettiamo caso che un cavallo sia arrivato primo le ultime 3 gare nella stessa classe, terreno, distanza della gara di “oggi. E’ molto probabile che sia un favorito alla vittoria. Invece c’è un altro cavallo che è arrivato sempre fuori dal piazzamento nelle ultime 3 gare perchè ha corso in un terreno morbido (soft) però ha una statistica positiva nelle gare in salita come quelle di oggi. Se “oggi” abbiamo una gara in salita è possibile che la sua quota non sia bassa come quella del primo cavallo e ci lascia delle possibilità di prendere in considerazione la sua scommessa.

Ad ogni modo, ricordarsi di tutti i fattori. Ognuno può essere determinante.
Sinceramente quelli in cui focalizzo maggiomente (parlando di tipo di corsa) il mio interesse perchè secondo me fanno una selezione maggiore (come i ciclisti bravi nella salita e quelli bravi nelle cronometro sul piano ad esempio) sono in ordine: salita, curve strette e lunghe, discesa, tracciato per gallopers, ondulato, piano. Molto meno la direzione, anche se per le gare con curve strette e lunghe può essere importante.

Per quanto riguarda gli altri fattori sicuramente il terreno è uno dei più importanti, come la posizione di partenza nelle gare sprint. Successivamente il peso trasportato e la distanza. E via via tutti gli altri.

Però non esiste una procedura standard, bisogna infatti tener in considerazione tutto.
Anche le statistiche del fantino e dell’allenatore. Si può trovare un cavallo con buone chance di vincere e ad una buona quota ma con un fantino che in quella corsa ha vinto una volta su 50. Questo esclude quanto di buono trovato nel cavallo.

Nel grafico vedete anche un cerchio con scritto “informazioni non disponibili”. Cosa intendo con questo? Intendo tutti i cavalli che non hanno informazioni in certe gare. Il cavallo non ha mai corso su terreno morbido? Ok, se oggi c’è terreno morbido è probabile che avrà una quota alta, ma la forbice che raggruppa le sue possibilità di far bene su questo terreno è molto ampia. Può essere il suo punto debole come il suo punto di forza. Qui si entra in un campo di non giocata per quanto mi riguarda. Però se la gara non mi offre convinzioni su dei cavalli è possibile anche provare a puntare qualcosa. Ovviamente cercando sempre di disciplinarsi e che non diventi abitudine.

Per migliorare sempre di più questa dimestichezza nel trovare una buona selezione consiglio di vedere i video delle corse. E’ molto importante per capire sia il cavallo che si vuole vedere sia la corsa ippica, com’è fatta, la durezza delle salite o discese, le ondulazioni e tutto il resto. Conviene vedere più gare dall’inizio alla fine e lo stesso cavallo magari comparato con il favorito della gara di “oggi”.